European Medical Foundation | PER LA BIOLOGIA INTEGRALE NON ESISTONO MARTIRI NE’EROI

EUROPEAN MEDICAL FOUNDATION

                   "HIPPOCRATES"

ATHENEUM COLLEGE OF MEDICINE

European Medical Foundation is a member of World Federation of Research Institutes of Washington USA

 Rss
Pagina principala / Noutati editoriale / Publicatii / PER LA BIOLOGIA INTEGRALE NON ESISTONO MARTIRI NE’EROI
 

PER LA BIOLOGIA INTEGRALE NON ESISTONO MARTIRI NE’EROI


Abbiamo voluto chiudere questo corposo archivio  inerente a Mario Michelangelo Stromillo comprendente sessant’anni dalla sua travagliata vita di maestro e, per usare un suo eufemismo, “diversamente scienziato”: un periodo di tempo sufficiente perchè il personaggio possa essere visto in una prospettiva storica, non solo passionale. Una condanna scandalosa, atteggiamenti persecutori orditi da orde selvagge di antropofagi affamati, desideri di morte, di destabilizzazione, di isolamento ,amori, nostalgie, scesa in campo di mistificatori della storia e genocidisti convinti, tutto questo pazientemente ricomposto per dar adito al lettore di un giudizio obiettivo.

Lo scopo di questo volume vuol essere appunto quello di uscire, forse per la prima volta, dal contrasto della rissa e dalla beffa, dalla persecuzione, per fornire una documentazione imparziale e priva di pregiudizi. Sessant’anni dovrebbero almeno servire a smitizzare il personaggio e a trasferirlo, dal piedistallo di controverse leggende, in territori finalmente umani.

La novità di questo Archivio Storico Bio-Bibliografico  inerente a Mario Michelangelo Stromillo, comprendente l’imponente cifra di circa mille e cinquecento pagine, consiste soprattutto nella sua forma. Un racconto eminentemente visivo, articolato in vari capitoli che hanno attinto il materiale fotografrafico da una massa di circa tremila immagini, le più rare o rivelatrici o intime o familiari dall’immensa iconografia stromilliana. Il racconto visivo e accresciuto dall’apporto cronologico delle sue scoperte, in Biologia  integrale, Matematica Biologica e Biocosmologia. Il racconto visivo è accresciuto dall’apporto cronologio e tempestivo di scritti, articoli,brani autobiografici e lezioni, conferenze e ricerche.

L’ambizione dell’opera è questa: mettere a disposizione del lettore la “vita” di un personaggio  così difficile che possa – basandosi sull’indiscutibilità delle immagini e sulla precisa provenienza dei documenti – garantirgli la possibilità di un giudizio svincolandolo finalmente dalla faziosità.

Si è voluto cioè fornire, in tono semplice e spassionalizzato, la chiave per tentare di osservare da vicino il “fenomeno” Stromillo. Si è voluto offrire ai giovani medici che sentono una curiosa meraviglia parlare di Stromillo,elementi di pura conoscenza: agli anziani, tracce per ricordare; a tutti, una documentazione, attraverso la figura e la  storia del protagonista di questa “vita” di vicende dolorosamente vissute e per alcuni inobliabili.

 

 

Per quanto riguarda la stirpe dei martiri e degli eroi che la società umana ha posto sugli altari e che generalmente diventano oggetto di idolatria in tutti gli stati, i quali  si servono  di loro specialmente durante le commemorazioni patriottiche per rinfocolare e indirizzare lo spirito delle masse verso fini diametralmente opposti a quelli per cui molte di queste figure (che gli uomini chiamano con l’appellativo di martire o di eroe) veramente caddero.

Nulla potrà mai svilire gli ideali per cui dette figure caddero, ma nulla è più diabolico del collocare sugli altari dei martiri non sempre immacolati, o degli eroi quasi sempre per forza e per giunta generalmente omicida su mandato.

Nonostante la considerevole falange di martiri e di eroi che la storia universale ricorda, dobbiamo convenire che il contributo apportato al progresso morale e spirituale dei popoli, da queste due idolatrate figure è stato piuttosto esiguo.

Bisogna altresì convenire che le suddette figure rivestono quasi sempre un carattere strettamente nazionale e, purtroppo, come ben sappiamo, tutto ciò che avviene all’insegna del nazionalismo non ha mai servito e non servirà mai ad affratellare i popoli.

Infatti, la maggior parte  dei martiri e degli eroi (quando non sono frutto di rivalità di partito o di religione)sono quasi sempre generati dal nazionalismo e dal razzismo che sono infine sempre la stessa cosa, essendo entrambi fratelli dei più degenerati sentimenti umani.

Nella futura società umana organizzata secondo i principi della Biologia integrale, le azioni veramente degne di essere prese in considerazione ,per cui Stromillo potrebbe aver diritto al titolo di eroe, dovranno esere ben diverse da quelle compiute sino ad ora dalla maggior parte di coloro che trovansi effiggiati in marmo o in bronzo sulle piazze o altrove, a testimonianza del loro eroismo sanguinario o di altre effimere virtù patriottiche.

Per quanto riguarda la stirpe dei martiri  -  possiamo essere certi – essa si estinguerà il giorno stesso in cui cesserà l’intolleranza religiosa, il nazionalismo, il razzismo e tutto l’odio che ne consegue e che divampa tra le varie razze e tra le varie fazioni.

  •  

Evaluare: 5.0/5 (2 voturi)

Arhiva fisiere

©2018 Fundatia Medicala Romana. Toate drepturile sunt rezervare.
web developed by ArtDevs.com